Agora

AgoraTrama (fonte FilmUP): Alessandria d'Egitto. Siamo nella metà del IV secolo dopo cristo e cristiani, pagani ed ebrei riescono a convivere anche se in un equilibrio sempre più precario. La città é un rinomato centro per la ricerca scientifica ed é ricco di personaggi di comprovata intelligenza, tra i quali spicca Ipazia, filosofa e figlia a sua volta di un filosofo e geometra. La donna é molto affascinante e la sua cultura unita alla sua bellezza fanno perdere la testa al suo schiavo Davus, che dovrà scegliere tra la sua passione per la donna e la possibilità di diventare un uomo libero unendosi ai cristiani, che con la forza stanno cercando di prendere il controllo della città...

Regia: Alejandro Amenábar

Attori: Rachel Weisz, Max Minghella, Oscar Isaac

Commento: Che delusione questo film. “Agora” non riesce a coinvolgere lo spettatore. La trama è lenta e la ricostruzione dell'ambiente è a dir poco orribile. Il film entra nel vivo dopo circa 40 minuti di noia. La cosa però dura un attimo, perché “Agora” torna subito ai suoi livelli(bassi). Il film è ambientato nell'Alessandria d'Egitto del 391 d.c. “Agora” tratta la crisi del mondo Pagano soppiantato dal dilagare di movimenti religiosi. L’idea del film era buona, peccato che sia stata sviluppata in modo farraginoso e poco chiaro. Da vedere solo per curiosità.

Voto: 6+

Commenti