Paura

PauraTrama: Tre giovani amici della periferia romana, dove tutto scorre come da copione, si ritrovano tra le mani le chiavi di una bella villa in campagna appartenente allo strano e facoltoso Marchese Lanzi, fuori per il fine settimana per un raduno d'auto d'epoca. I tre non resistono alla tentazione di passare due giorni indisturbati nel lusso, ma qualcosa nella cantina comprometterà inaspettatamente i loro goliardici progetti.

Regia: Antonio Manetti, Marco Manetti

Attori: Peppe Servillo, Lorenzo Pedrotti, Domenico Diele, Claudio Di Biagio, Francesca Cuttica

Commento: E’ questo sarebbe un film horror? Per un film che si intitola “Paura” ci si aspetta tensione per tutta la durata della pellicola. La prima parte va via per presentarci i tre romani coatti, poi diventa un pochino interessante quando i coatti vanno nella casa del marchese Lanzi(Peppe Servillo). Il risultato però non cambia: “Paura” non fa mai paura. L’unica cosa decente è la colonna sonora metal e il nudo di Sabrina(Francesca Cuttica). Gli attori se la cavano, ma non fanno salire la qualità del film. Conclusioni? “Paura” è una sorta di minestrone psycho-thriller-sado-horror poverissimo se non misero che vive di un paio di di colpi di scena piuttosto annunciati e qualche buon trucco. La frase più significativa del film: “Mi dispiace, ma è colpa tua. Non si entra in casa d’altri”. Da vedere solo per curiosità.

Voto: 5-

Commenti