Tutti contro tutti

Tutti contro tuttiTrama: Quello era un giorno di festa, la prima comunione del figlio Lorenzo, con tutta l’agitazione che accompagna un giorno cosi, in un modesto appartamento di periferia. Il vestito buono, il rinfresco per festeggiare con i parenti un grande avvenimento. Chi avrebbe mai potuto pensare che tutti allegri dopo la cerimonia, Agostino, sua moglie Anna, il caustico Nonno Rocco, i due figli Erica e Lorenzo accompagnati da tutta la famiglia del cognato, Sergio, Romana e i loro figli Rossana e Luca, arrivati sul pianerottolo, avrebbero trovato la porta chiusa, la serratura cambiata e degli sconosciuti dentro la propria abitazione. Gli avevano rubato casa, pratica diffusa nei palazzoni popolari delle nostre città. Inizia cosi una guerra epocale e tragicomica tra poveri, o forse sarebbe meglio dire tra nuovi poveri, per la riconquista di un diritto inalienabile, il diritto ad una casa.

Regia: Rolando Ravello

Attori: Rolando Ravello, Marco Giallini, Kasia Smutniak, Lorenza Indovina, Stefano Altieri

Commento: E’ il primo film diretto dall’attore Rolando Ravello. “Tutti contro tutti” dovrebbe essere una commedia, ma non riesce a far sorridere. Il motivo? Il film narra una tematica troppo drammatica, quella della “guerra tra poveri” per una casa. Infatti, “Tutti contro tutti” parla del serio problema dell’occupazione abusiva degli appartenenti. Alla fine si sorride solo quando apre bocca nonno Rocco(Stefano Altieri). Il nonno vince su tutti con le sue battute secche e naturali. Forse alcuni temi sono trattati un po’ con superficialità, ma tutto sommato è un film guardabile. Peccato per l’ultimo minuto del film, una scenetta troppo scontata e stupida. Da vedere se amate il genere.

Voto: 6½

Commenti