Non sposate le mie figlie!

Non sposate le mie figlie!Trama: Claude e Marie Verneuil sono una tranquilla coppia borghese cattolica e conservatrice che ha allevato 4 figlie secondo i principi di tolleranza, integrazione e apertura che sono nei geni della cultura francese. Ma il destino li mette a dura prova – non una ma ben 4 volte! Il primo boccone amaro arriva infatti quando la loro primogenita decide di sposare un musulmano. Ma poi la seconda sceglie un ebreo e la terza un cinese. Ormai tutte le loro speranze di assistere ad un tradizionale matrimonio in chiesa vengono riposte sulla figlia minore che finalmente, grazie al Cielo, ha incontrato un bravo cattolico…

Regia: Philippe de Chauveron

Attori: Christian Clavier, Chantal Lauby

Commento: “Non sposate le mie figlie!” ripropone in forma edulcorata e piattamente buonista quel repertorio da commedia contemporanea sul confronto etnico che ha conosciuto nelle stagioni passate risultati più puntuti senza rinunciare ad essere divertenti. Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche francesi il 16 aprile 2014 diventando il film con il maggior incasso dell’anno entrando della lista dei 10 migliori incassi di sempre. Un motivo ci sarà se ha ottenuto questo successo. Il film è leggero, scorrevolissimo e recitato brillantemente, ma è anche un pò tirato per le lunghe con battute ripetitive. Tutto sommato lascia qualcosa alla fine al telespettatore. La dimostrazione che ancora si può fare del buon cinema allegro senza bisogno di nella volgarità. La trama. Provinciale e gollista, il notaio Claude Verneuil(Christian Clavier) ha dovuto subire tre generi per lui imbarazzanti: un cinese, un arabo e un ebreo. Ma il peggio arriva quando la quarta figlia gli porta in casa Charles, francese che viene dalla Costa d’Avorio. D’altra parte, non solo i “bianchi” sono razzisti. Da vedere se amate il genere.

Voto: 6½

Commenti