Quel fantastico peggior anno della mia vita

Quel fantastico peggior anno della mia vitaTrama: Greg è un ragazzo di talento ma incapace di relazionarsi con il prossimo. Preferisce sfuggire la profondità nei rapporti e crogiolarsi nella sua eterna adolescenza insieme a Earl, il suo migliore amico, da lui definito solo “collega”. Quando la madre di Greg lo costringe a far compagnia a Rachel, una ragazza del suo liceo malata di leucemia, le barriere emozionali di Greg cominciano lentamente a crollare, lasciando spazio a un’inaspettata maturità.

Regia: Alfonso Gomez-Rejon

Attori: Thomas Mann, Olivia Cooke, Rj Cyler

Commento: Ho visto questo film su Sky Cinema Cult. Tratto dall’omonimo romanzo di Jesse Andrews(Me & Earl & The Dying Girl), “Quel Fantastico Peggior Anno della mia Vita” racconta la storia di Greg(Thomas Mann), un ragazzo che decide di trascorrere il suo ultimo anno di liceo cercando di evitare il più possibile le relazioni sociali e passare inosservato. La maggior parte del suo tempo la passa in compagnia di Earl(RJ Cyler) con il quale crea parodie di film classici; una sorta di collaboratore piuttosto che un amico. Il suo progetto di rimanere anonimo fino alla fine della scuola viene però alterato quando sua madre lo costringe a stringere amicizia con Rachel(Olivia Cooke), una compagna di cui classe a cui è appena stata diagnosticata la leucemia. Greg e Rachel diventano buoni amici ma tra loro non nasce nessun rapporto amoroso. Il film mostra tanta tenerezza e dolcezza oltre a mostrare le creazioni alquanto strambe e allo stesso tempo originali di Earl, Greg e Rachel. Prima della fine del film, infatti, Greg entra nella stanza di Rachel e trova, per caso, le creazioni della ragazza, creazioni fatte intagliando le pagine di libri abbastanza voluminosi. Conclusioni? Il film sembra voler trasmettere il messaggio che niente è banale e che ogni cosa, se valorizzata in modo originale, può avere un’importanza capitale. Da vedere se amate il genere.

Voto: 6½

Commenti